Protesi per Impianti Endoprotesici

31 gennaio 2015

Impianti

E’ una protesi in resina realizzata su calco. La parte anteriore copia fedelmente le caratteristiche estetiche dell’occhio controlaterale.
La parte posteriore concava si adagia sull’ impianto.
La tecnica del calco è di grande importanza per ottenere la massima adesione all’ endoprotesi.
L’impianto endoprotesico consiste in una struttura, inserita nella cavità orbitale e suturata con i muscoli orbitali, che sostituisce il volume dell’orbita nei casi di enucleazione o eviscerazione e riproduce in parte la motilità dell’occhio controlaterale.

 

Tipi di Impianto

MedporBiomaterial

Medpor ® è composto da una forma porosa dipolietilene ad alta densità, un materiale con una lunga storia di applicazioni mediche. La sua struttura altamente porosa consente l’integrazione del Medpor ® nei tessuti di un paziente. La forma e le dimensioni sono personalizzate dal chirurgo per soddisfare le esigenze individuali.
Il Medpor ® elimina la necessità di innesti o protesi al silicone.

 

Bio-ceramica

L’impianto orbitale Bioceramic  è un biomateriale ceramico poroso in ossido di alluminio (Al 2 O 3 ).
Ci sono tre tipi fondamentali di protesi bioceramica: a maglia avvolta, sferica, e forma di uovo. Queste tre forme di impianti orbitali bioceramica hanno una struttura vascolarizzazione migliorata è il vasto sistema di pori aumenta la fibrovascolarizazzione che consente di mantenere l’impianto stabile e il fissaggio sicuro dei muscoli orbitali, migliorandone in tal modo la motilità.

 

Idrossiapatite

L’idrossiapatite Bio-eye (HA) è un impianto oculare poroso sferico composto naturale HA coralline. Di diversi diametri è usato per sostituire il volume dell’orbita quando l’occhio viene rimosso chirurgicamente.
Il vasto sistema di pori aumenta  la fibrovascolarizazzione che consente di mantenere l’impianto stabile e il fissaggio sicuro dei muscoli orbitali, migliorandone in tal modo la motilità.
Storicamente, l’uso di impianti oculari sintetici non porosi ha portato a diverse complicazioni come l’esposizione, l’estrusione, la migrazione, l’infezione e scarsa motilità.

 

Dermo-grasso

E’ un composto di grasso sottocutaneo.
I vantaggi includono il fatto che si tratta di un trapianto autologo privo di rischi di bio-compatibilità. Tuttavia, vi è un certo grado di atrofia del grasso che può comportare ad una riduzione di volume dell’impianto.
Il Dermo-grasso è un innesto che viene utilizzato in molte procedure primarie come impianto per una ricostruzione orbitale di un exenteratio , e nei casi in cui l’enucleazione viene eseguita nella prima infanzia il grasso può crescere e fornire stimolo alla crescita orbitale.
Dermo-grasso come innesto può essere utilizzato anche in molte procedure secondarie, come la sostituzione di un impianto orbitale estruso e correzione di deformità del profondo solco superiore.
 



 

Lascia un Commento